Convenzione

Il 26 luglio 2013 si è stipulata la Convenzione tra la Regione Toscana e la Fondazione Scuola di Musica di Fiesole ONLUS per la realizzazione di un programma di attività in tema di trattamento biblioteconomico e gestione dei documenti musicali con durata triennaleSi riportano qui alcuni estratti della convenzione:

“… PREMESSO CHE

– La Legge Regionale n. 21 del 25 febbraio 2010 ”Testo unico delle disposizioni m materia di beni, istituti ed attività culturali”, con particolare riferimento al capo III “Biblioteche e archivi”‘, prevede, all’art. 24 comma 1, che la Regione eserciti funzioni di programmazione, coordinamento e controllo in ordine alla promozione e allo sviluppo della rete documentaria regionale e attraverso finanziamenti finalizzati alla costituzione, funzionamento e sviluppo delle reti documentarie locali garantisce lo svolgimento di azioni mirate alla conservazione, valorizzazione, incremento e fruizione del patrimonio e dei servizi degli istituti aderenti alle reti stesse, e, ai sensi del comma 2 dello stesso articolo, quelle rivolte alla tutela del patrimonio librario e documentario  secondo quanto disposto dall’art. 5 comma 2 del D.Lgs. n. 42 del 22 gennaio 2004 – Codice dei beni culturali e del paesaggio;  ….

CONSIDERATO ALTRESI’ CHE:

– La Fondazione Scuola di Musica di Fiesole possiede una cospicua biblioteca specializzata in musica con un rilevante patrimonio librario, archivistico e musicale,  costituito da spartiti e partiture, trattati e testi di teoria musicale, storia della musica, organologia, interpretazione e critica musicale, didattica musicale, registrazioni audio e video, e al tempo stesso una struttura organizzativa e competenze professionali specifiche che la pongono in grado di rappresentare da anni un valido e fattivo supporto per la gestione ed il trattamento biblioteconomico dei fondi musicali antichi o moderni posseduti dalle biblioteche e da altri istituti documentari;

– La Biblioteca della Fondazione Scuola di Musica di Fiesole è parte attiva del sistema documentario regionale anche attraverso la sua partecipazione alla Rete documentaria integrata dell’area provinciale fiorentina (SDIAF); …

– Si rende opportuno, in considerazione dell’importanza e della diffusione del patrimonio librario di interesse musicale sul territorio regionale e in attuazione del progetto “Biblioteche e Archivi nella società dell’informazione e della conoscenza”, delineare le linee di una collaborazione tra Regione Toscana e la Fondazione Scuola di Musica di Fiesole che abbia l’obiettivo di garantire servizi bibliotecari di qualità ad un’utenza  specializzata, potenziare la qualità dei cataloghi speciali e l’offerta di documenti, promuovere l’ attività di aggiornamento professionale e di diffusione di buone pratiche sul piano della gestione delle collezioni musicali, ampliare la conoscenza del vasto patrimonio librario e documentario di interesse musicale ai fini di tutela, valorizzazione e pubblica fruizione dello stesso. A tale scopo è da ritenersi prezioso il bagaglio di esperienze e gli strumenti messi a disposizione dalla Biblioteca della Fondazione Scuola di Musica di Fiesole;

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE

Art. 2 – OGGETTO: Oggetto della presente convenzione è la realizzazione delle attività previste nel progetto di collaborazione in tema di gestione dei documenti musicali e di trattamento biblioteconomico degli stessi così come definito e concordato in collaborazione tra il Settore Biblioteche, archivi e istituzioni culturali della Regione Toscana (d’ora in poi denominato Settore) e la Fondazione Scuola di Musica di Fiesole (d’ora in poi denominata Fondazione) attraverso il proprio Centro di Documentazione Musicale della Toscana. Tali attività sono indicate in dettaglio nella nota della Fondazione prot. 24/A8/2013 del 10 giugno 2013, allegata a far parte integrante della presente convenzione.

Art. 3 – MODALITÀ’ DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO: Il Settore e la Fondazione collaborano nei seguenti ambiti di attività, con le modalità di seguito indicate:

a) Censimento e mappatura delle raccolte di musica a stampa e manoscritta presenti sul territorio regionale con l’intento di delineare una sorta di “carta d’identità” delle biblioteche e delle altre istituzioni culturali toscane che detengono fondi musicali attraverso l’accurata ricognizione dei singoli fondi, il reperimento di informazioni dettagliate sulla loro costituzione, storia e sui documenti di maggior rilevanza. I risultati del censimento confluiranno nel database, già realizzato da Regione Toscana,  implementabile via web, consultabile on line sul sito di Regione Toscana;

b) Consulenza professionale per le biblioteche, archivi e istituzioni che custodiscono fondi musicali. Tale attività si concretizza da una parte attraverso il sostanziale supporto alla catalogazione della musica a stampa e manoscritta, l’attività di consulenza per gli acquisti e gestione di raccolte di materiale musicale, la creazione di un help desk per l’erogazione dei servizi di fruizione dei fondi speciali; dall’altra attraverso l’attivazione di seminari di formazione e aggiornamento rivolti a bibliotecari ed archivisti sulle problematiche di catalogazione dei fondi musicali. Del servizio di consulenza attivata attraverso questo progetto dovrà essere data adeguata informazione alle biblioteche ed agli archivi toscani mediante invio di lettere, comunicati di presentazione del progetto stesso etc..;

c) Revisione, validazione e aggiornamento del database utilizzato per il progetto Fondi Librari della Regione Toscana;

d) Consulenza specialistica di supporto al Settore nello svolgimento dell’attività di tutela di fondi musicali (dichiarazioni di interesse culturale, controlli del mercato antiquario, acquisti etc..);

e) Attività di valorizzazione del patrimonio musicale toscano da realizzarsi implementando la visibilità di tali fondi tramite l’organizzazione, in accordo con il Settore e gli istituti interessati,  di seminari e presentazioni delle collezioni musicali storiche di particolare rilievo per la cultura toscana, dalle collezioni possedute da istituzioni culturali e biblioteche pubbliche alle collezioni private di grandi interpreti del secolo scorso.

f) Creazione ed apertura di uno spazio web contenente le informazioni sul progetto, gli strumenti professionali ed il link del database al censimento e alla mappatura delle raccolte musicali in continuo aggiornamento;

g) Sviluppo della biblioteca specialistica del Centro Toscano per la Documentazione Musicale quale risorsa e punto di riferimento per gli operatori del settore e per il sistema delle reti bibliotecarie e documentarie toscane; creazione e sviluppo di una rete di contatti con il maggior numero di istituzioni culturali sul territorio toscano operanti nel settore musicale (biblioteche, archivi, università etc..)  …

Decreto di approvazione della Convenzione n.2799 del 04 luglio 2013, disponibile sulla banca dati degli atti regionali sul sito della Regione Toscana.

Con delibera n. 12762 del 17/11/2016 è stata rinnovata la Convenzione tra Regione Toscana – Direzione e Scuola di Musica Fondazione Onlus per il progetto CeDoMus Toscana per il triennio 2016-2018. 

DECRETO_N-12762_DEL_17-11-2016-1-PDF  e Allegato-A-1