Censimento

06bis_partitura_stampaConfrontarsi con le vicende di una tradizione musicale millenaria significa accorgersi che le fonti musicali sono state spesso oggetto di dispersione oppure, per quelle superstiti, sono in gran parte trascurate in termini di gestione e tutela.

La Regione Toscana ha voluto avviare, nell’ambito del progetto di interesse regionale “Strumenti per la conoscenza del patrimonio storico-librario, documentario e archivistico”, una ricognizione della musica notata manoscritta e a stampa e dei fondi librari di argomento musicale conservati in Toscana.

La ricognizione prende in esame le fonti bibliografico-musicali che costituiscono raccolte organiche o materiale musicale inserito in raccolte librarie e documentarie più ampie conservate in istituzioni pubbliche o private del territorio.

Tale materiale documenta segmenti della storia della musica o riflette gli interessi di personalità del mondo musicale e il suo censimento mira – quando sia possibile – a ricostruirne le vicende, descriverne le caratteristiche, segnalarne i documenti più rari e gli autori più ricorrenti.

IMG_6170

Quanto alla tipologia dei materiali censiti, sono inclusi spartiti e partiture manoscritte e a stampa, i libretti per musica e i fondi librari, monografie e periodici, di argomento musicale. L’indagine non riguarda i fondi archivistici, i documenti sonori e audiovisivi, le fonti iconografiche e le collezioni di strumenti musicali di cui si darà conto nella scheda descrittiva nei casi più consistenti.

Il censimento, per definizione, descrive ogni complesso documentario di interesse nel suo insieme, limitando la rilevazione di dati ad un livello “alto”, nel quale si fornisce una sintesi degli elementi principali utili ad una rapida localizzazione, identificazione e prima descrizione del fondo bibliografico.

Il censimento dei fondi musicali presenti in Toscana avviato dal CeDoMus vuole essere uno strumento di ricerca rivolto all’utenza esterna e, allo stesso tempo, un’indagine sullo stato delle fonti musicali del territorio regionale quale elemento conoscitivo alla programmazione di interventi di tutela e conservazione. 

I fondi localizzati sono visibili attraverso la mappa georeferenziata e i dati del censimento consultabili tramite il database on-line CeDoMus_Prod.

Schermata 2015-10-28 alle 11.33.20Per partecipare al censimento è sufficiente inviare una segnalazione e-mail all’indirizzo cedomus@cedomus.toscana.it alla quale seguirà un nostro sopralluogo per conoscere la documentazione musicale conservata e compilare insieme la scheda di rilevamento.