Database dei fondi musicali toscani

TORNA ALLA RICERCANUOVA RICERCA

Fondo Convento San Francesco di Viareggio

Conservatore
Biblioteca del Convento della VernaBiblioteca del Convento della Verna

Codice ICCU: IT-AR0029
Codice RISM: I-VRNs
Indirizzo: Santuario della Verna, via del Santuario 45
CAP: 52010
Comune: Chiusi della Verna
Provincia: AR
Regione: Toscana
Telefono: 05755341
http://www.anagrafebbcc.chiesacattolica.it/anagraficaCEIBib/public/VisualizzaScheda.do?codice_cei=CEI251B00002
biblio.antico@ofmtoscana.org


Produttore
Soggetti produttori diversi non identificabili Soggetti produttori diversi non identificabili


Anno di acquisizione
2008

Metodo di acquisizione
Altre modalita

Nota dell'acquisizione
trasferimento

Storia del fondo
Il fondo si è formato per l'attività musicale svolta presso il convento francescano di Viareggio. Adesso è conservato nella Biblioteca musicale presso il Santuario di La Verna, istituito come luogo di raccolta dei fondi musicali della Provincia dei Frati minori di Toscana.

Ambito disciplinare
Musica

Alimentazione del fondo
Chiuso

Indicizzazione del fondo
Inventario in fase di completamento.

Accessibilità del fondo
Consultabile con riserva
Consultazione solo in casi eccezionali mediante appuntamento con il referente.

Tipologia
Il fondo si compone di circa centocinquanta esemplari del XIX e XX secolo, sia a stampa che manoscritti, principalmente di musica vocale sacra o musica strumentale.

Molti sono i nomi di compositori di genere sacro di primo Novecento tra cui D. Thermignon, L. Perosi, G. B. Marabini, R. Rosso (Missa puerorum, facillima, n. 6),  O. Ravanello, G. Cicognani (Missa in honorem s. Cecilia parti coro), L. Refice (Coelestis urbs Jerusalem); insieme anche alcuni autori francescani di area toscana come Francesco Sarri  (Cinque laudi alla Vergine), Leonardo Pacini (Laudes Creaturarum), Gregorio Batistini (Bianca Regina), Remigio de Cristofaro (O quam suavis), Odorico Caramelli (A S. Chiara d’Assisi), Alessandro Santini (Litanie lauretane), Ottaviano Tommasini (Missa Seraphica), Vigilio Guidi (Missa Pacis). La musica strumentale è presente con alcune partiture per organo tra cui Davide da Bergamo (Sinfonia, edizioni Vismara di Milano), Adolfo Bacci (Sei toccate per organo del 1895), J. S. Bach (Complete Organ works vol. 4, ed. Schimmer del 1913) e un poema sinfonico dal titolo Divi Antoni Laudes di Crescenzio Pasini. I manoscritti sono presenti per lo più in pagine incomplete disposte in modo disordinato e di difficile attribuzione; poche le partiture manoscritte tra cui, ben conservata, quella dei Quattro pezzi sacri del lucchese Vincenzo Barsi.

Genere
Strumentale
Vocale sacra

Consistenza materiale principale
Manoscritti musicali
Musica a stampa moderna (post 1830)


Datazione del materiale
1801-1900
1901-2000

Caratteristiche fisiche
Il materiale è raccolto in 6 faldoni.

Identificazione
Al momento non sono posti segni d'identificazione.

Stato di conservazione
Buono

Ambiente di conservazione
Scaffalatura in metallo nella Biblioteca musicale del Santuario di La Verna

Bibliografia
L'organista del santuario della Verna. Origini e sviluppo in seno all'Ordine dei frati minori dalla nascita dell'Osservanza al XVIII secolo / Laura Meozzi. In Altro monte non ha più santo il mondo. Storia, architettura ed arte alla Verna nel tempo del Granducato mediceo (secoli XVI-XVIII). Atti del convegno di studi, Convento della Verna (Arezzo), Biblioteca antica, 26-28 luglio 2014 / a cura di Nicoletta Baldini. Firenze: Edizioni studi francescani, 2018.

Data ultima modifica
05.06.2020

Fonte compilazione
Laura Meozzi



Torna su

data management by SistemaLab