Database dei fondi musicali toscani

TORNA ALLA RICERCANUOVA RICERCA

Fondo dell'Orchestra Labronica

Conservatore
Biblioteca dell'Istituto superiore di studi musicali Pietro MascagniBiblioteca dell'Istituto superiore di studi musicali Pietro Mascagni

Codice ICCU: IT-LI0032
Codice RISM: I-LIi
Indirizzo: via Galileo Galilei, 40
CAP: 57126
Comune: Livorno
Provincia: LI
Regione: Toscana
Telefono: 0586 403724
http://www.consli.it/it/339/-/biblioteca
biblioteca@consli.it


Produttore
Orchestra Labronica Orchestra Labronica
Estremi cronologici: 1937-
Cenni biografici: L'Orchestra Labronica nacque nel 1937 per iniziativa del critico e compositore livornese Emilio Gragnani, che ne fu il primo direttore stabile. Formata prevalentemente e intenzionalmente da musicisti locali, anche non professionisti, fu diretta occasionalmente anche da varie figure di rilievo (Zandonai, Mascagni, Borchard, Lupi) ma interruppe l'attività e subì dispersioni di elementi per la Guerra. Nel 1952 un gruppo di musicisti locali, coordinati dal violinista Cesare Chiti insieme allo stesso Gragnani, raccolse le file dei superstiti e riprese le attività sotto la bacchetta di Aldo Priano, fondando simultaneamente una scuola che assicurasse il 'rifornimento' di orchestrali di identità locale. Attuale direttore è Aldo Faldi. La scuola diverrà in seguito l'attuale Istituto superiore di studi musicali Pietro Mascagni, alle radici del quale l'Orchestra Labronica può collocarsi.

Vedi anche:

Orchestra Labronica.  In: Ieri a Livorno.  7 ott. 2015.  Ultima visita: 24 feb. 2016


Metodo di acquisizione
Deposito

Nota dell'acquisizione
Il fondo si è formato intorno alla fine degli anni '50 del XX secolo.

Storia del fondo
Il fondo risale quasi interamente al primo periodo di attività del complesso: dalla fondazione nel 1937 all'inizio della guerra. Inizialmente collocato in casa del fondatore Emilio Gragnani, qualche anno dopo la nascita dell'Istituto Pietro Mascagni, avvenuta nel 1953 come Scuola per la formazione di orchestrali che col tempo ricostituissero l'organico decimato dalla guerra, esso trovò naturale collocazione nella sua biblioteca e cominciò da allora ad essere utilizzato anche per le attività didattiche. Parte del materiale è andato disperso. Il fondo, conservato compatto in un armadio specifico fino al trasferimento dell'ente conservatore nella sede attuale (2001) e al riordino della sua biblioteca, attualmente è distribuito in scaffali diversi ed è divenuto di fatto proprietà dell'Istituto.


Ambito disciplinare
Musica

Alimentazione del fondo
Chiuso

Indicizzazione del fondo
È presente un vecchio elenco dattiloscritto intitolato Partiture e parti provenienti dall’Orchestra Labronica.
Il materiale è presente anche nel catalogo della Rete bibliotecaria livornese/SBN (ultima visita: 22 dic. 2016; il link è qui disponibile).

http://opacsol.comune.livorno.it/SebinaOpac/Opac?sysb=LIAIM

Accessibilità del fondo
Consultabile

Tipologia
Il fondo è costituito da partiture e parti relative al repertorio sinfonico dal XVIII al XX secolo (Sinfonie di Beethoven, Haydn, opere di Händel, Debussy, Bizet) incluse ouvertures d'opera (ad esempio Le allegre comari di Windsor di Otto Nicolai), per un totale di 51 titoli. Alcune parti contengono annotazioni.

Genere
Strumentale

Consistenza materiale principale
Musica a stampa moderna (post 1830)

Datazione del materiale
1901-2000

Caratteristiche fisiche
Il fondo è costituito da partiture e parti staccate.

Identificazione
In molti pezzi è presente in prima di copertina una segnatura a matita rossa o blu “grag”, che rimanda a Emilio Gragnani, fondatore e primo direttore dell'Orchestra Labronica.

Stato di conservazione
Buono

Ambiente di conservazione
Il fondo è conservato in scaffali metallici della biblioteca.

Data ultima modifica
22.02.2016

Fonte compilazione
Rossana Chiti



Torna sù

data management by SistemaLab