Database dei fondi musicali toscani

TORNA ALLA RICERCANUOVA RICERCA

Biblioteca statale di Lucca. Materiale musicale

Conservatore
Biblioteca stataleBiblioteca statale

Codice ICCU: IT-LU0022
Codice RISM: I-Lg
Indirizzo: Via S. Maria Corteorlandini
CAP: 55100
Comune: Lucca
Provincia: LU
Regione: Toscana
Telefono: 0583 491271-495226
http://www.bslu.librari.beniculturali.it/
bs-lu@beniculturali.it


Produttore
Soggetti produttori diversi non identificabili Soggetti produttori diversi non identificabili


Anno di acquisizione
1877

Metodo di acquisizione
Nativo|Soppressione enti ecclesiastici|Dono|Acquisto

Nota dell'acquisizione
La raccolta del materiale musicale della Biblioteca si è poi arricchita grazie alla soppressione di enti ecclesiastici, a donazioni e ad acquisti.

Storia del fondo
La Biblioteca Statale di Lucca ha un ricco e variegato posseduto musicale che ha cominciato ad accumularsi sin dalla costituzione, nel XVII secolo. Nel tempo è andato arricchendosi attraverso gli esemplari depositati per diritto di stampa (dal 1791), con le soppressioni di enti ecclesiastici (come quella dell’Ordine dei Chierici Regolari nel 1877) e con donazioni private. Presso la Biblioteca Statale di Lucca, oltre al materiale musicale qui descritto non identificabile come fondo unitario perchè costituito da materiale diverso per provenienza e tipologia, sono presenti fondi musicali specifici (Fondo Bonturi-Razzi, Fondo Società orchestrale Boccherini, Libri liturgici musicali, Trattati musicali, Musica antica, Libretti) per i quali si possono consultare le apposite schede.


Ambito disciplinare
Musica

Alimentazione del fondo
Aperto

Indicizzazione del fondo
Esiste una sezione del catalogo cartaceo a schede della Biblioteca dedicato alla musica, ordinato sia per titoli che per autori, che raccoglie monografie antiche e moderne, libretti e musica notata. Questo catalogo è consultabile online nei Cataloghi storici digitalizzati della Biblioteca digitale italiana: Catalogo della musica (ultima visita: 28 mar. 2017; il link è qui disponibile). Il catalogo del materiale musicale generico della Biblioteca Statale di Lucca è ricavabile dall’Opac Bibliolucca (ultima visita: 28 mar. 2017; il link è qui disponibile) e, in parte, dal catalogo del servizio bibliotecario nazionale (SBN), dove sono però assenti le monografie. Negli opac non è possibile cercare le opere per fondo (Bonturi-Razzi, Libri liturgici musicali, Società orchestrale Boccherini, Trattati musicali) e quindi riconoscerne le rispettive appartenenze all’interno del materiale musicale della biblioteca.

http://cataloghistorici.bdi.sbn.it/file_viewer.php?IDCAT=39&IDGRP=390001&LEVEL=&PADRE=&a
http://bibliolucca.it/SebinaOpacLUA/.do#74

Accessibilità del fondo
Consultabile

Tipologia
Secondo lo studio incrociato dell’opac Bibliolucca e di SBN (ultima visita: 28 mar. 2017) la Biblioteca Statale di Lucca contiene circa 1250 titoli a carattere musicale, suddivisi in circa un migliaio di monografie, circa 270 musiche a stampa posteriori al 1830, non riconducibili a fondi specifici.
Tra le monografie prevalgono le edizioni novecentesche dedicate alla storia della musica, sia di taglio enciclopedico che monografico su determinati periodi storici e autori classici (Chopin, Beethoven, Bach, Rossini). A queste si aggiungono un buon numero di opere su musicisti locali (Giovanni Pacini, Giacomo Puccini, ma anche Alfredo Catalani, Roberto Zucchi) e sulle istituzioni e tradizioni musicali lucchesi.
Nell’ambito della musica a stampa (edizioni a partire dal 1830), accanto a composizioni più celebri come Ouverture del Coriolano di Beethoven, Hymne de Sainte Cécile di Gounod o Edgar di Puccini si trovano composizioni vocali o strumentali di autori meno noti come Maddalena Casulana (Madrigali, Olschki, 1979), Sigismondo d’India (Il primo libro di musiche da cantar solo, Aethenaeum Cremonense, 1970), Bonifazio Asioli (Sinfonia a grand'orchestra, Fondazione Claudio Monteverdi, 1973), Giuseppe Martucci (trascrizione e fac simile dei manoscritti; LIM, 2009) e del pratese Cesare Ciardi (ad es. Duettini per due flauti alla foggia dei principianti, LIM, 2011).
E' presente inoltre l’opera omnia in edizione moderna di Enrico Radesca (seconda metà del XVI secolo – 1625) e di Marco Antonio Ingegneri (1536 – 1592), nonché l’edizione critica dei tutte le opere del compositore cinquecentesco Andrea Gabrieli e delle frottole di Ottaviano Petrucci.
In biblioteca si possono trovare edizioni moderne di madrigali e frottole rinascimentali (es. ed. Olschki anni 80-90), nonché di metodi strumentali settecenteschi come i Principes de la flute - contenant la maniere d'en jouer ...J. C. Schickhardt (ed. La Stravaganza, 1987) o la Gramatica di musica - insegna il modo facile, e breve per bene imparare di sonare il violino sù la parte di Carlo Tessarini (1741; ed. La Stravaganza, 1986). Oltre alla raccolta libraria, sono presenti oltre 350 cd musicali del repertorio jazz e classico, e una emeroteca musicale contenente seriali novecenteschi (ad es. Studi musicali, annate 1-38; Imago musicae - International yearbook of musical iconography - official organ of the International repertory of musical iconography, annate 1-26; Recercare – rivista per lo studi e la pratica della musica antica, annate 1-20 e 22-24).

Genere
Vocale sacra
Vocale operistica/profana
Strumentale

Consistenza materiale principale
Musica a stampa moderna (post 1830)
Monografie a soggetto musicale

Consistenza materiale secondaria
Periodici
Registrazione audio

Datazione del materiale
1801-1900
1901-2000
post-2000

Identificazione
Timbro della biblioteca dal 1830.

Stato di conservazione
Buono

Eventi di valorizzazione
Catalogo delle Mostre bibliografiche della Biblioteca Statale di Lucca 1958-1968 / a c. di Marta Friggeri. Lucca: Maria Pacini Fazzi, s.d. [1970], pp. 203-233.

Data ultima modifica
23.03.2018

Fonte compilazione
sopralluoghi 2016-2017



Torna sù

data management by SistemaLab