Database dei fondi musicali toscani

TORNA ALLA RICERCANUOVA RICERCA

Fondazione CDSE. Materiale musicale

Conservatore
Fondazione CDSE, Centro di documentazione storico-etnograficaFondazione CDSE, Centro di documentazione storico-etnografica

Codice RISM: I-VAIcdse
Indirizzo: via Mazzini 21
CAP: 59100
Comune: Prato
Provincia: PO
Regione: TOSCANA
Telefono: 0574942476
http://www.fondazionecdse.it/joomla/index.php
info@fondazionecdse.it


Produttore
Baroni Giulio Baroni Giulio
Estremi cronologici: 1900-1950?
Cenni biografici: Violinista e poi direttore della banda di Vaiano, fu uno dei più attivi musicisti di Vaiano tra le due guerre. Grande appassionato di musica e teatro, fece parte della locale associazione filodrammatica.




Anno di acquisizione
1991

Metodo di acquisizione
Dono

Storia del fondo
La gran parte del materiale musicale presente presso la Fondazione CDSE di Prato apparteneva al violinista Giulio Baroni, ed è stata donata nel 1991 da Bianca Biancalani.


Ambito disciplinare
Musica

Alimentazione del fondo
Chiuso

Accessibilità del fondo
Consultabile tramite appuntamento

Tipologia
Il fondo musicale della Fondazione CDSE è suddivisibile in cinque sezioni:
1. In uno scatolone, contrassegnato con la parola Musica sono presenti fotocopie di canzoni popolari composte da personaggi vaianesi verso la metà del XX secolo; musica manoscritta per banda, incompleta con estratti dalla Cavalleria Rusticana, La forza del destino; Norma di Bellini e di In un mercato persiano.
2. In 8 scatole sono presenti libretti teatrali tra cui Il guarany di A. Carlos Gomes, edita da F. Lucca, Milano; un libretto con i canti di Ferruccio D’Oria, Centro editoriale italiano, Firenze 1950; alcuni spartiti per banda di musiche popolari.
3. In uno scatolone è presente un libretto della Commedia in tre atti …e chi vive si dà pace di Augusto Novelli.
4. In una scatola vi sono 3 spartiti manoscritti datati 1939-1940 di Giulio Baroni per pianoforte, tromba in sib e sassofono in mib, e una raccolta di canzoni; in questo scatolone è presente inoltre un libretto di Mefistofele di Arrigo Boito.
5. In uno scatolone più grande vi sono alcune pagine di musica a stampa con canzoni radiotrasmesse dall’orchestra Nicelli: tra cui musiche di Edoardo Falcocchio, Marino Marini, edite nel 1956. In questa scatola sono inoltre presenti i Celebri stornelli e canti popolari toscani, raccolti ed elaborati da Vincenzo Billi, edizioni R. Maurri Firenze, 1937 per canto solo o mandolino.
Sono inoltre presenti quattro quaderni ad anelli contrassegnati dalla scritta Musica e canti - Musica antica con fotografie in bianco e nero e/o a colori, dove sono raccolte foto di musicisti e di frammenti di antifonari o pagine miniate ubicate nel Museo della Badia San Salvatore di Vaiano.



Genere
Popolare/etnica
Strumentale
Vocale operistica/profana

Consistenza materiale principale
Musica a stampa moderna (post 1830)
Manoscritti musicali

Consistenza materiale secondaria
Documentazione archivistica

Datazione del materiale
1901-2000

Caratteristiche fisiche
Il materiale è conservato in faldoni, mentre la raccolta di fotografie è conservata in buste trasparenti in raccoglitori ad anelli.

Stato di conservazione
Buono

Eventi di valorizzazione
Musica e canti / Annalisa Marchi. Firenze: Becocci, 1991. 61 p. (Quaderni dell'Immagine ritrovata. N. s.; 2).
Fondazione CDSE - Centro di documentazione storico-etnografica. (SIUSA) <http://siusa.archivi.beniculturali.it/cgi-bin/pagina.pl?TipoPag=cons&Chiave=13725> (ultima visita: 5 lug. 2017).

Data ultima modifica
10.04.2018



Torna sù

data management by SistemaLab