Database dei fondi musicali toscani

TORNA ALLA RICERCANUOVA RICERCA

Fondo Pietro Alessandro e Pietro Carlo Guglielmi

Conservatore
Biblioteca civica Stefano GiampaoliBiblioteca civica Stefano Giampaoli

Codice ICCU: IT-MS0026
Codice RISM: I-MSc
Indirizzo: Piazza Mercurio, 22
CAP: 54100
Comune: Massa
Provincia: MS
Regione: TOSCANA
Telefono: 0585 490543
http://www.comune.massa.ms.it/lista_argomento/176
biblioteca.civica@comune.massa.ms.it


Produttore
Biblioteca civica Stefano Giampaoli Biblioteca civica Stefano Giampaoli
Cenni biografici: Una biblioteca pubblica a Massa esiste già dal XVIII secolo, quando per impulso della duchessa Ricciarda Gonzaga nacque l'Accademia dei Derelitti, rinominata nel 1816 Accademia dei Rinnovati, a cui vennero affidata anche la Biblioteca Ducale e la Biblioteca del Collegio dei Gesuiti. L'attuale Biblioteca nasce nel 1953, grazie ad una Convenzione, tuttora vigente, stipulata fra il Comune, l'Amministrazione Provinciale di Massa-Carrara e l'Accademia dei Rinnovati. Massa acquista quindi una biblioteca pubblica modernamente intesa, il cui fondo librario basato su quello antico, consiste in circa 11.000 unità bibliografiche, e viene costantemente aggiornato con gli acquisti con lo scopo di costituire una biblioteca "per tutti". Nel 1994 l'Amministrazione Comunale decide di intitolare l'Istituto allo storico massese Stefano Giampaoli.

 


Metodo di acquisizione
Altre modalita

Storia del fondo
Grazie all’aiuto di Don Bevilacqua, sacerdote e musicista lucchese impegnato nella valorizzazione della musica locale, la biblioteca civica Stefano Giampaoli è riuscita a raccogliere copie delle opere di Pietro Alessandro e Pietro Carlo Guglielmi, compositori originari di Massa Carrara. Presso la biblioteca sono inoltre conservate numerose monografie di argomento musicale, per le quali (è possibile consultare l’apposita scheda (Biblioteca Stefano Giampaoli. Materiale musicale).


Ambito disciplinare
Musica

Alimentazione del fondo
Chiuso

Accessibilità del fondo
Consultabile

Tipologia
Il fondo è costituito da 110 titoli di composizioni di Pietro Alessandro Guglielmi e 5 titoli del figlio Pietro Carlo. Le musiche sono tutte fotocopie di manoscritti databili tra il ‘700 e l’800, e si presentano generalmente in forma di partitura o spartito.
Le composizioni sono quasi totalmente sacre: tra gli altri titoli compaiono Messa a 4 concertata in Pastorale, Messa a 8 concertata solenne, Miserere a 3, tutte di Pietro Alessandro Guglielmi.
Sono presenti, in minima parte, anche musiche vocali profane, come il dramma giocoso La sposa fedele (di Pietro Alessandro) e strumentali, come la Sinfonia op. 12 di Pietro Carlo Guglielmi che, oltre alla partitura conserva anche le parti staccate.

Genere
Vocale sacra
Vocale operistica/profana
Strumentale

Consistenza materiale principale
Manoscritti musicali
Musica a stampa moderna (post 1830)

Datazione del materiale
1701-1800
1801-1900

Caratteristiche fisiche
Il fondo, composto da fotocopie, è conservato in 10 faldoni.

Identificazione
Le copie delle composizioni di Pietro Alessandro Guglielmi riportano le sigle “G” o “G.P.A., quelle di Pietro Carlo “G.P.C.”. È presente anche il timbro della biblioteca civica Stefano Giampaoli, insieme ai timbri delle varie biblioteche di provenienza.

Ambiente di conservazione
I faldoni sono conservati in un armadio metallico.

Bibliografia
Atti del convegno internazionale di studi (Massa, 13-16 dicembre 2001) / a cura di Carolyn Gianturco e Patrizia Radicchi (Studi Musicali Toscani. Ricerche e cataloghi). Pisa: ETS, 2008

Data ultima modifica
05.04.2018



Torna su

data management by SistemaLab