Database dei fondi musicali toscani

TORNA ALLA RICERCANUOVA RICERCA

Biblioteca del Seminario vescovile di Massa Marittima. Materiale musicale

Conservatore
Biblioteca del Seminario vescovile di Massa MarittimaBiblioteca del Seminario vescovile di Massa Marittima

Codice ICCU: IT-GR0025
Indirizzo: Via S. Francesco
CAP: 58024
Comune: Massa Marittima
Provincia: GR
Regione: Toscana
Telefono: 0566 902641



Produttore
Soggetti produttori diversi non identificabili Soggetti produttori diversi non identificabili


Anno di acquisizione
1700

Metodo di acquisizione
Nativo

Storia del fondo
La biblioteca del seminario conserva anche del materiale musicale, creato in seno alla scuola di musica annessa al seminario, la cui attività musicale è documentata a partire dal XVIII secolo.


Ambito disciplinare
Musica

Alimentazione del fondo
Chiuso

Accessibilità del fondo
Consultabile tramite appuntamento

Tipologia
Il fondo musicale del seminario consiste in circa 1 metro di musica (10 faldoni) del XIX e XX secolo, sia sacra che profana, manoscritta e a stampa, in partiture spesso corredate da parti.
- La musica sacra occupa 5 faldoni, è prevalentemente vocale a stampa e si presenta in partiture, spartiti e parti staccate. Alcuni autori rappresentati sono Haller (editore Pustet), Perosi, Capocci (editore Marcello Capra), Giovanni Battista Boni (editore Samel), Fortunato Monina (editore Ricordi); alcuni esemplari di stampe con notazione quadrata di origine ceciliana. Alcuni brani sono manoscritti (molti dei quali anonimi), sempre in partitura e parti; si trovano alcuni autori toscani come Conconi, Ferro, Orsucci, Cipriani. Tra i brani manoscritti si segnalano due composizioni dedicate al duomo di Massa Marittima: Inno per la festa di San Cerbone di Lorenzo Perosi e Graduale per la festa di San Cerbone di Gaetano Luporini.
- La musica profana occupa 4 faldoni; si tratta di brani vocali, soprattutto a scopo didattico (es. G. E. Puligheddu, Siam studenti Giovanetti. Coro a 3 voci per concerti scolastici, Bergamo: ed. SIRE) o strumentali (es. Sonatine per pianoforte di Diabelli; Sonata op. 13 n. 8 "Patetica” di Beethoven trascritta per fisarmonica da George Lickl).
- Alcuni numeri di riviste di musica sacra occupano un faldone. Tra i titoli, Il ceciliano, Schola cantorum, La musica orante, La melopea educativa, Vita musicale italiana.

Genere
Vocale sacra
Vocale operistica/profana
Strumentale

Consistenza materiale principale
Musica a stampa moderna (post 1830)
Manoscritti musicali

Consistenza materiale secondaria
Periodici

Datazione del materiale
1801-1900
1901-2000

Caratteristiche fisiche
Partiture e parti sono conservate in faldoni con fettucce numerati.

Identificazione
Alcuni pezzi posteriori al 1930 sono identificati con un timbro con numero. Alcuni hanno il timbro del precedente luogo di conservazione, ad es: R. Scuola secondaria di avviamento professionale industriale femminile Massa Marittima.

Stato di conservazione
Buono

Ambiente di conservazione
Il fondo è conservato presso i locali della biblioteca, in scaffali metallici.

Data ultima modifica
05.04.2018

Fonte compilazione
Sopralluogo del 7 febbraio 2018 - Nicola Bianchi e Giovanni Malpelo



Torna su

data management by SistemaLab