Database dei fondi musicali toscani

TORNA ALLA RICERCANUOVA RICERCA

Fondo Gisella Selden-Goth

Conservatore
Biblioteca nazionale centraleBiblioteca nazionale centrale

Codice ICCU: FI0098
Indirizzo: Piazza Cavalleggeri
CAP: 50122
Comune: Firenze
Provincia: FI
Telefono: 055 249191
http://www.bncf.firenze.sbn.it/
info@bncf.firenze.sbn.it


Produttore
Selden-Goth Gisella Selden-Goth Gisella
Estremi cronologici: 1884-1975
Cenni biografici: Gisella Selden-Goth, compositrice, pianista e musicologa ungherese.
Fu allieva di Béla Bartók a Budapest (sua città natale) e di Ferruccio Busoni, del quale scrisse una biografia. Negli anni Venti si stabilì a Firenze, da dove fuggì durante le persecuzioni razziali, e dove tornò nell’immediato dopoguerra. Nella sua casa fiorentina ospitò musicisti illustri e giovanissimi, e direttori d'orchestra come Bruno Walter e Wilhelm Furtwängler di passaggio a Firenze per il Maggio musicale fiorentino. Nelle sue conversazioni amava ricordare gli incontri con Mahler, i suoi rapporti con Toscanini, con il primo ministro indiano Nehru e con il direttore d'orchestra Dimitri Mitropulos. Ebbe anche un intenso scambio di lettere con lo scrittore ebreo austriaco Stefan Zweig dopo il suo espatrio per le persecuzioni razziali. Fra i suoi corrispondenti anche Heinrich Simon, per anni direttore d'orchestra alla Palestine orchestra di Tel Aviv. Collaborò a riviste specializzate e a giornali con articoli e corrispondenze. Come musicologa curò un'edizione delle lettere di Felix Mendelsohn-Bartholdy. Morì in tarda età a Firenze il 5 settembre 1975 lasciando una importante raccolta di autografi musicali, ora conservati alla Library of Congress di Washington.


Anno di acquisizione
1987

Metodo di acquisizione
Acquisto

Storia del fondo
Una piccola collezione di musiche appartenute a Gisella Selden-Goth è conservata all'Istituto Superiore di Studi Musicali Pietro Mascagni a Livorno (vedi relativa scheda), ma è alla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze che è confluito il grosso della sua biblioteca musicale, acquistata dall'istituzione nel 1987. Molti autografi musicali collezionati da Selden-Goth sono invece stati donati alla Library of Congress di Washington.

Alimentazione del fondo
Chiuso

Indicizzazione del fondo
Il fondo è catalogato nel Servizio Bibliotecario Nazionale. I singoli item sono consultabili nell'OPAC della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze (ultima visita: 21 apr. 2021), cercando S.Goth* nel campo "Collocazione (parte di)". Si veda anche la pagina del sito dell'istituzione dedicata ai fondi musicali.

Accessibilità del fondo
Consultabile
Il fondo appartiene alle collezioni della Sala Musica della Biblioteca, passibili di speciali orari di distribuzione e di particolari condizioni di fruizione, indicati sul sito dell'istituzione (ultima visita: 21 apr. 2021).

Tipologia
Il fondo comprende 370 partiture di musica a stampa, alcuni fascicoli di periodici musicali, programmi di sala, recensioni, appunti di musica manoscritti e materiale documentario, risultato del suo lavoro di musicista e musicologa.

Selden-Goth collezionò molte prime edizioni dell'Ottocento (alcune anche del primo ventennio del secolo), di editori soprattutto tedeschi (Peters, Litolff, Simrock, Schlesinger, Breitkopf, Schott, Heinauer, Hofmeister) e italiani (Ricordi, Lucca, Giudici & Strada, Girard, Magrini, il milanese Luigi Bertuzzi), con meno frequenti edizioni francesi (Durand, Lemoine) e austriache (Universal).
Quasi tutta la musica del secolo XIX ha suscitato l'interesse di Selden-Goth, con una predilezione per gli anni 1840-1860 e 1880-1900. Seguono, per numero di pezzi, la produzione musicale del primo quindicennio del Novecento, e rielaborazioni ottocentesche di autori barocchi (Bach, Haendel, Rameau, Porpora).
Il repertorio preferito è soprattutto quello pianistico: pianoforte solista (Clementi, Czerny, Cramer, CPE Bach, JS Bach, Liszt, Schumann, Chopin, Reger, Lalo, Busoni, Bartók), 4 mani (Kuhlau), e pianoforte accompagnato da altri strumenti (Mendelssohn, Franck) o dalla voce, tra Lieder (Schubert, Cornelius, Wolff), e, soprattutto, melodramma, rappresentato da una vasta scelta di pezzi vocali degli autori più famosi (Verdi, Bellini, Donizetti, Rossini, Gounod, Wagner, Mascagni, Puccini [c'è una curiosa edizione di Bohème in traduzione tedesca stampata da Ricordi]) e anche di quelli meno frequentati (Meyerbeer, Petrella, Vaccaj, Carré, Mercadante, Lecocq).
Non trascurata la musica da camera, soprattutto i quartetti (Mozart, Haydn, Hummel, Beethoven, Bruckner, Brahms), né la musica orchestrale (partiturine di sinfonie, poemi sinfonici e composizioni sinfonico-corali di Weber, Brahms, Cajkovskij, Rimskij-Korsakov, Berlioz, Mendelssohn, Dohnányi).

Il fondo contiene anche le poche (poco più di 10) composizioni (soprattutto musica pianistica: si notano per numero parafrasi di altri compositori, come Mendelssohn, Debussy, Musorgskij, e studi per la mano sinistra) che Selden-Goth pubblicò con case editrici tedesche e ungheresi. Di queste poche composizioni si conservano anche alcune minute manoscritte e qualche abbozzo.
Tra i manoscritti anche pochissime (non più di 5) trascrizioni di opere di altri compositori (es. Bach, Mendelssohn, Debussy) desunte da edizioni a stampa conservate nel fondo.

Genere
Strumentale
Vocale operistica/profana

Consistenza materiale principale
Manoscritti musicali: ca. 15
Libretti per musica
Musica a stampa moderna (post 1830): 370


Consistenza materiale secondaria
Documentazione archivistica
Periodici
Programmi di sala e manifesti


Datazione del materiale
1701-1800
1801-1900
1901-2000

Identificazione
Le musiche hanno segnatura MUS.S.GOTH. Su molte risorse è presente l'ex-libris personale di Selden-Goth.

Stato di conservazione
Buono

Ambiente di conservazione
Il fondo è conservato nella Sala Musica della BNCF.

Eventi di valorizzazione
In occasione della Festa della Musica (21 giungo) 2021, le musiche conservate nel fondo sono state oggetto di una mostra e di una lezione-concerto su Gisella Selden-Goth. Vedi pagina dell'evento sul sito ufficiale BNCF.

Bibliografia

  • Music in the National Central Library of Florence: Legal Deposit and National Bibliography of Music / Paola Gibbin. In Fontes Artis Musicae, LVIII/3 (2011). Copenaghen : IAML [ma Middleton (WI) : A-R Editions], 2011, pp. 281–286.

  • Pagina dedicata ai fondi musicali. Sito ufficiale della BNCF.



Data ultima modifica
08.07.2021

Fonte compilazione
BNCF



Torna su

data management by SistemaLab