Database dei fondi musicali toscani

TORNA ALLA RICERCANUOVA RICERCA

Biblioteca del Seminario Maggiore Arcivescovile Fiorentino. Libri liturgici

Conservatore
Biblioteca del Seminario Maggiore Arcivescovile FiorentinoBiblioteca del Seminario Maggiore Arcivescovile Fiorentino

Codice ICCU: IT-FI0056
Indirizzo: Lungarno Soderini, 9
CAP: 50124
Comune: Firenze
Provincia: FI
Regione: TOSCANA
Telefono: Responsabile Dott.ssa Elena Gurrieri: 3402424459
http://www.seminariofirenze.it/
biblioteca@seminariofirenze.it; elena.gurrieri.eg@gmail.com


Produttore
Seminario Maggiore Arcivescovile Fiorentino Seminario Maggiore Arcivescovile Fiorentino
Estremi cronologici: 1712-
Cenni biografici: Fondato nel 1712 dall’arcivescovo Tommaso Bonaventura della Gherardesca (1654-1721) e situato originariamente in via dei Cerretani, nel 1784 il Seminario Maggiore Arcivescovile Fiorentino si trasferì presso i locali dell’ex monastero di Santa Maria degli Angeli con annessa chiesa di San Frediano in Cestello. Nel 1782 il monastero del Cestello delle suore carmelitane di Santa Maria Maddalena de’ Pazzi venne soppresso, e, due anni dopo, per volere dell’arcivescovo Antonio Martini (1720-1809) divenne sede del seminario diocesano, dove ancora oggi si trova.

Vedi anche:

Seminario Maggiore Arcivescovile Fiorentino. Ultima visita: 15 feb. 2021

Seminario Arcivescovile Maggiore di Firenze. Ultima visita: 15 feb. 2021
Note e bibliografia: Il seminario fiorentino nel diario del suo fondatore e nelle memorie dei suoi rettori / Emilio Sanesi.  Firenze: Pagnini, 2010.

Le soppressioni dei conventi a Firenze. Riuso e trasformazioni dal sec. XVIII in poi / Osanna Fantozzi Micali e Piero Roselli. Firenze: Libreria Editrice Fiorentina, 1980.

Codice Rustici /Marco Di Bartolomeo Rustici, a cura di Nerida Newbigin, Kathleen Olive, Elena Gurrieri. Firenze: Leo S-Olschki, 2015. 2 voll.


Anno di acquisizione
1784

Metodo di acquisizione
Dono|Deposito|Nativo|Soppressione enti ecclesiastici

Storia del fondo
Il fondo si compone di circa 30 codici liturgici, tutti con notazione musicale databili tra i secoli XVII e XX. Appartenenti al Seminario Arcivescovile Fiorentino, nativi o giunti per donazione e acquisizione. Con la confisca napoleonica il monastero di Cestello fu dato all’arcivescovo di Firenze Antonio Martini (1720-1809) che vi istituì un Seminario, nel quale confluirono in parte libri e musiche del Convitto della Calza, fondato nel secolo XV. In seguito alla soppressione napoleonica prima, e del governo piemontese poi, al seminario venne affidato il servizio liturgico e musicale del Duomo, succedendo all’antica cappella musicale di Santa Maria del Fiore. Fu questo ruolo a determinare un nuovo afflusso di materiale musicale.

Solo il Ms 894 (Antifonario-Graduale) è nativo dell’ex monastero di Santa Maria Maddalena de’ Pazzi, attuale sede del seminario.

I Mss 1039 (Antifonario-Salterio) e 1040 (Antifonario) provengono dalla chiesa di San Pietro a Monticelli.

Ambito disciplinare
Musica

Alimentazione del fondo
Chiuso

Indicizzazione del fondo
Non esiste inventario né catalogo.
Lista di consistenza


Accessibilità del fondo
Temporaneamente non consultabile
Temporaneamente non consultabile per motivi di sicurezza.

Tipologia
La collezione del Seminario Arcivescovile di Firenze si compone oggi di circa 30 libri liturgici databili tra il XVII e il XX secolo: di questi solo 9 risultano essere manoscritti e databili tra il XVII e XIX, gli altri sono 21 libri liturgici a stampa databili tra la fine del XIX e XX secolo. Tale materiale è stato adoperato nel tempo ad uso didattico e liturgico del seminario.

Provengono dal Seminario Arcivescovile Fiorentino:

- Il Ms 894 databile tra il 1700-1780, si tratta di un Antifonario-Graduale attribuito al monastero dall’indicazione di apertura: “Missa Sanctae Mariae Magdalenae de Pazzis”.

Sono, invece, giunti al seminario per donazione o acquisizione:

- I Mss 2852 (Antifonario dat. XVIII sec.); 2849 (Innario-Salterio dat. XIX sec.); 2857 (Antifonario dat. 1822); 2851 (Graduale dat. XIX sec.); 2847 (Antifonario-Graduale dat. XIX sec.); 1039 (Antifonario-Salterio dat. 1665); 1 (Graduale dat. 1823) e a stampa 1040 (Antifonario dat. 1732).

- Rammentiamo anche un libro liturgico di tipo Cantorino (1778) copiato dal copista Carlo Scorsipa.

Genere
Vocale sacra

Consistenza materiale principale
Libri liturgici musicali: 30


Consistenza materiale secondaria
Registrazione audio: ca. 400 vinili


Datazione del materiale
1601-1700
1701-1800
1801-1900

Caratteristiche fisiche
I volumi sono tutti di grande formato con legature in assi in legno rivestite in pelle con borchie e cantorali, o senza assi rivestite in pelle o carta.


Identificazione
Timbro del Seminario Arcivescovile di Firenze.


Stato di conservazione
Mediocre

Ambiente di conservazione
Il materiale è conservato in un armadio ligneo con vetrina (2m x 4m).

Bibliografia

  • I manoscritti liturgici italiani: ricerche, studi, catalogazione / Giacomo Baroffio. Roma : CIDIM, 1988. pp 89-134.

  • Per una bibliografia musicale. Testi, trattati, spartiti, supplemento: Le edizioni italiane del XVI secolo. Roma : ICCU, 1999.

  • Catalogo delle Biblioteche d’Italia: Toscana. Roma : ICCU, 1997. pp. 229-230.

  • Codici liturgici miniati dei Benedettini in Toscana / AA.VV. Firenze : Centro d'Incontro della Certosa di Firenze, 1982. pp. 141-160.



Data ultima modifica
21.04.2021

Fonte compilazione
Sopralluogo 18/01/2021 e 01/02/2021



Torna su

data management by SistemaLab