Database dei fondi musicali toscani

TORNA ALLA RICERCANUOVA RICERCA

Archivio musicale della Cappella musicale di santa Cecilia

Conservatore
Cappella musicale di santa Cecilia della cattedrale di LuccaCappella musicale di santa Cecilia della cattedrale di Lucca

Codice RISM: I-Lcm
Indirizzo: via Francesco Carrara
CAP: 55100
Comune: Lucca
Provincia: LU
Regione: TOSCANA
http://www.cappellasantacecilia.it
info@cappellasantacecilia.it


Produttore
Cappella musicale di santa Cecilia della cattedrale di Lucca Cappella musicale di santa Cecilia della cattedrale di Lucca
Estremi cronologici: 1929-
Cenni biografici: La Cappella musicale della cattedrale di Lucca trae le proprie origini storiche nell'omonima Cappella musicale che presiedeva, durante il secolo XVIII, a tutte le esecuzioni musicali più importanti della Repubblica di Lucca e della quale furono direttori gli antenati musicisti di Giacomo Puccini. Rifondata, per iniziativa di virtuosi musicisti lucchesi, nel 1930, la Cappella Santa Cecilia è divenuta coro della cattedrale, con il beneplacito dell'allora arcivescovo di Lucca mons. Enrico Bartoletti, nel 1966.

Vedi anche:

Presentazione del coro.  Ultima visita: 31 mar. 2015

 
Note e bibliografia: Cappella S.Cecilia. Numeri unici pubblicati negli anni: 1969, 1979, 1990, 2000, 27 mag. 2005, 22 nov. 2005

Cori in Toscana. [S. l.]: Associazione cori della Toscana: Fondazione Guido d'Arezzo: Regione Toscana, 1986, p. 111 (SMF: 782.5 COR)

Il debutto della Cappella corale S. Cecilia.  In: Il popolo toscano, 11, n. 152 (25 giu. 1930)

La costituzione della Cappella musicale S. Cecilia: la prima esecuzione.  In: Il popolo toscano, 11, n. 149 (21 giu. 1930)


Anno di acquisizione
1930

Metodo di acquisizione
Nativo

Storia del fondo
Fino al termine del 2001 l’archivio è stato interamente conservato nella sede della Cappella Santa Cecilia, presso l’Oratorio della Madonnina di Lucca. Dal 2002, per motivi di spazio, una parte dell’archivio è stata trasferita alla Biblioteca del Seminario arcivescovile di Lucca (per questa, vedi la scheda del Fondo Cappella Santa Cecilia e Sagra musicale).


Alimentazione del fondo
Aperto

Accessibilità del fondo
Consultabile con riserva
Per la consultazione interpellare il direttore del coro Luca Bacci <lucabacci68@virigilio.it>

Tipologia
Raccolta di circa un migliaio di composizioni corali sacre di tutti i tempi, utilizzate sia per il servizio liturgico che per l’attività concertistica: dalle laudi medievali alle messe e mottetti di Palestrina, dai brani di Bach, Vivaldi, Porpora, Mozart, Boccherini, Bellini, Perosi, Catalani, Puccini fino agli autori italiani della seconda metà del Novecento come Domenico Bartolucci, Michele Bonfitto, Dino Menichetti, Italo Bianchi e musicisti locali, come Marino Pratali, Renzo Gori, Enzo Borlenghi, Gaetano Giani Luporini, Gianfranco Cosmi, Marco Bargagna.
Si conservano altresì musiche “d’uso” per lo più in copie manoscritte o fotocopie di edizioni moderne e varie composizioni di maestri lucchesi (musica che Maggini desiderava espressamente rimanesse nella sede della Cappella). In una vetrina sono inoltre esposti alcuni autografi tra cui la Messa di requiem a due voci di Angelo Spinelli e la Messa a 4 voci dispari per coro e orchestra di Gaetano Luporini.
Il materiale può essere quindi suddiviso idealmente in tre sezioni per caratteristiche e destinazioni affini:
- musica liturgica prodotta prima e dopo il Concilio Vaticano II
- i Mottettoni per la Santa Croce (sono conservati quasi tutti i Mottettoni del XX e XXI eseguiti dal Coro, sicuramente tutti quelli eseguiti dagli anni ’60 in poi)
- la musica destinata ai concerti della Sagra musicale lucchese: più di cinquanta composizioni.
Presso la Cappella è custodita, suddivisa nelle varie sezioni, l’opera omnia di Emilio Maggini con oltre un centinaio di brani, tra mottetti, inni, antifone, numerose composizioni per la liturgia, per coro e per voci bianche, brani per organo, una Messa per Santa Cecilia (pubblicata nel 1996), due oratori, etc.

Genere
Vocale sacra
Vocale operistica/profana

Consistenza materiale principale
Manoscritti musicali
Musica a stampa moderna (post 1830)

Consistenza materiale secondaria
Registrazione audio
Registrazione video
Programmi di sala e manifesti
Strumenti musicali

Datazione del materiale
1901-2000
post-2000

Caratteristiche fisiche
Parti corali raccolte in cartelline di carta custodite in faldoni aperti con legacci. Nell’armadio le musiche sono inserite in faldoni chiusi.


Identificazione
Timbri moderni di due tipi con il nome della corale.

Esemplari con dedica
Alcune musiche riportano dediche a mons. Emilio Maggini.

Altri fondi nel fondo
Il nucleo più antico dell’archivio musicale proviene dall’Associazione mandolinistica lucchese.


Stato di conservazione
Buono

Ambiente di conservazione
Le musiche sono conservate in 4 armadi (A I-IV) presso la sede della Cappella.


Eventi di valorizzazione
Attività concertistica presso il Duomo di Lucca, per la Sagra musicale lucchese e la Festa di Santa Croce (composizione di un mottettone originale).

Eventi di valorizzazione
60 anni di attività: 25 anni di servizio in Cattedrale / Cappella S. Cecilia della Cattedrale di Lucca. [Lucca]: Cappella Santa Cecilia, [1990]. 31 p. (SMF: CEDOMUS.069).
Sagra musicale lucchese 1963-2003: da un organo 40 anni di musica / a cura di Emilio Maggini. Lucca: Modernografica, 2003 (SMF: CEDOMUS.030).
Marino Pratali, l’uomo e l’artista / Emilio Maggini. Lucca: Modernografica, 2007.
Emilio Maggini, monsignore musicista del Concilio Vaticano II a Lucca / a cura di Michele Bianchi. Lucca: Modernografica, 2007 (SMF: CEDOMUS.046).
Lucca città della musica / Sara Matteucci. Lucca: Pacini Fazzi, 2010 (SMF: CEDOMUS.058).
La musica sacra nell’archivio della Cappella Santa Cecilia della Cattedrale di Lucca / Sara Matteucci. In: Recondita armonia: gli archivi della musica: atti del convegno internazionale di studi, Lucca, 26, 27, 28 giugno 2014. Lucca: Istituto storico lucchese, stampa 2015, p. 249-262 (SMF: CEDOMUS.067).



Data ultima modifica
10.04.2018

Fonte compilazione
Sara Matteucci



Torna sù

data management by SistemaLab