Database dei fondi musicali toscani

TORNA ALLA RICERCANUOVA RICERCA

Fondo Franco Floris

Conservatore
Biblioteca della Scuola di musica di Fiesole Fondazione onlusBiblioteca della Scuola di musica di Fiesole Fondazione onlus

Codice ICCU: IT-FI0193
Codice RISM: I-FIEs
Indirizzo: via delle Fontanelle, 24
CAP: 50016
Comune: Fiesole
Provincia: FI
Regione: Toscana
Telefono: 055 5978521
http://www.scuolamusica.fiesole.fi.it/index.php?form_id_pagine=82
biblio@scuolamusica.fiesole.fi.it


Produttore
Floris Franco Floris Franco
Estremi cronologici: 1906-22 novembre 1998
Cenni biografici: Nato a Cagliari e morto a Firenze, fu docente di pianoforte presso il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze.


Anno di acquisizione
1999

Metodo di acquisizione
Dono

Storia del fondo
L’intero fondo è giunto presso la biblioteca della Scuola di Musica di Fiesole nel 1999 in due momenti diversi. Il M. Franco Floris, pianista e docente di pianoforte presso il Conservatorio L. Cherubini di Firenze, ha donato una grande quantità di musiche, per la maggior parte destinante al suo strumento. Nel fondo sono presenti anche numerosi libri sulla musica, oltre che arrangiamenti e opere originali composte dal maestro stesso. Insieme al fondo sono stati donati alla Scuola di Fiesole anche un pianoforte Steinway e un violino Nicola Amati.


Ambito disciplinare
Musica

Alimentazione del fondo
Chiuso

Indicizzazione del fondo
In biblioteca è presente una lista cartacea del fondo redatta al momento della donazione (1999); il fondo è inoltre inventariato nel Registro inventario. Le musiche e le monografie del Fondo Floris sono catalogate nella Rete Documentaria fiorentina (SDIAF) e ricercabili integralmente dalla sezione Fondi presente nella maschera di ricerca web (ultima visita: 16 lug. 2015; il link è qui disponibile). Le composizioni manoscritte autografe e il materiale archivistico manca di inventario e catalogo.


http://easyweb.comune.fi.it/easyweb/w2001/index.php?EW_D=w2001&EW_T=RF&EW_FL=w2001%2Few_limi

Accessibilità del fondo
Consultabile

Tipologia
Il Fondo Floris consta di 645 titoli, vari sia per genere che per epoca. Si spazia infatti dalla musica antica (Pierluigi da Palestrina, Orlando di Lasso, Giacomo Carissimi, Luca Marenzio) alla metà del Novecento (con manoscritti scritti di pugno del Maestro stesso), così come dalle opere per pianoforte solo alle partiture operistiche. Importante parte del fondo è costituita da libri e da appunti di Franco Floris.
Nel dettaglio, il fondo è così suddiviso: 14 faldoni raccolgono la musica varia in possesso del M. Floris (9 faldoni per il pianoforte solo, 1 per pianoforte a 4 mani, 1 per violino-violoncello e pianoforte, 2 per il canto e pianoforte e 1 per la musica da camera varia); 1 faldone è destinato alle rielaborazioni composte dal Maestro e 1 alle sue opere originali (quasi interamente manoscritte); 4 faldoni conservano gli appunti manoscritti di Floris sullo stile contrappuntistico di Palestrina, per un libro che fu in preparazione; 1 m. lineare di riduzioni per canto e pianoforte di opere liriche (unite ad alcune partiture orchestrali); circa 4 m lineari di libri, distinti tra monografie, trattati di composizione e teoria musicale e edizioni di libretti.

Genere
Vocale operistica/profana
Strumentale
Vocale sacra

Consistenza materiale principale
Musica a stampa moderna (post 1830)
Monografie a soggetto musicale
Libretti per musica
Manoscritti musicali

Consistenza materiale secondaria
Documentazione archivistica

Datazione del materiale
1901-2000

Caratteristiche fisiche
Il materiale musicale è complessivamente raccolto in un totale di 19 faldoni, divisi per genere. Oltre ad essi troviamo alcuni volumi di grandi dimensioni, le partiture orchestrali e i libri.


Identificazione
Segnatura F.FL. con numerazione a correre.

Esemplari con dedica
Alcuni esemplari riportano delle dediche a Franco Floris.


Stato di conservazione
Buono

Ambiente di conservazione
I faldoni sono conservati in 6 scaffali di un armadio aperto al piano superiore della biblioteca della Scuola di Musica di Fiesole.

Data ultima modifica
25.11.2015

Fonte compilazione
Ilaria Palloni



Torna sù

data management by SistemaLab