Database dei fondi musicali toscani

TORNA ALLA RICERCANUOVA RICERCA

Collezione musicale Antonio Rigati-Di Grazia

Conservatore
famiglia Di Grazia-Gambarinifamiglia Di Grazia-Gambarini

Codice RISM: I-PEAdigrazia
CAP: 51010
Comune: Pescia
Provincia: PT
Regione: TOSCANA



Produttore
famiglia Di Grazia-Gambarini famiglia Di Grazia-Gambarini
Estremi cronologici: Sec. XV-
Cenni biografici: La famiglia Di Grazia-Gambarini ha origini rispettivamente lucchesi (Di Grazia) e piemontesi (Gambarini). Alcuni membri della famiglia furono cultori di musica ed ebbero un'intensa attività musicale amatoriale. L'attuale erede è Antonio Rigati-Di Grazia.

Vedi anche:

Anzilotti Gambarini.  2011.  (SIUSA).  Ultima visita: 8 set. 2015


Anno di acquisizione
1900

Metodo di acquisizione
Nativo

Nota dell'acquisizione
Il periodo di formazione del fondo ha inizio nel secolo XX.

Storia del fondo
Il fondo contiene il materiale raccolto nel luogo di residenza, durante il secolo scorso, dai membri della famiglia Di Grazia-Gambarini, in particolare Linda e Maria Luisa. Dei due rami gentilizi, quello dei Gambarini ha origini piemontesi, quello dei Di Grazia origini lucchesi. Vari membri di queste famiglie sono stati appassionati cultori di musica.

Ambito disciplinare
Musica

Alimentazione del fondo
Chiuso

Accessibilità del fondo
Consultabile con riserva

Tipologia
Il nucleo del fondo è costituito da un centinaio di riduzioni di musica operistica per canto e pianoforte o pianoforte solo, in edizioni a stampa databili tra la fine del secolo XIX e l’inizio del XX. Il materiale dovette servire per un'attività amatoriale, che si presume molto intensa, nella dimora familiare. Rappresentati i massimi autori italiani ottocenteschi, assieme a Wagner. Presente una serie di libretti d'opera in edizioni primo-novecentesche, autori italiani c.s. (ca. 20 pezzi). Un solo manoscritto musicale: un Walzer per soli strumenti a fiato (probabilmente un adattamento) a firma Francesco Virgili, datato novembre 1886. Presente una raccolta di documenti, piccola ma considerevole. Essa contiene lettere autografe di Mercadante (da Venezia al Sig. Ing. Giuseppe Savio, marzo 1840), Leoncavallo (da Londra all'Ing. Cav. Bernardini, ottobre 1912), Mascagni (da Napoli al cugino maestro Mario Mascagni, gennaio 1919, altra da Venezia «al carissimo Gigi», gennaio 1920), Liszt (da Roma a un maestro non identificato, in francese, maggio 1863); lettera del figlio di Ponchielli con acclusa minuta musicale autografa del padre; foto di musicisti con dediche autografe: Puccini al Prof. Pietro Pandolfi (ottobre 1904), Mascagni a Pietro Fantozzi (1920), Alberto Franchetti a...? (settembre 1936).

Genere
Strumentale
Bandistica
Vocale operistica/profana

Consistenza materiale principale
Libretti per musica
Musica a stampa moderna (post 1830)

Consistenza materiale secondaria
Documentazione archivistica

Datazione del materiale
1801-1900
1901-2000

Caratteristiche fisiche
I volumi a stampa, solitamente assai corposi, si presentano con belle legature cartonate e ricchi ornamenti di stile Liberty, con frequente ricorso di stampa dorata a caldo e rilievi a secco.

Identificazione
Presenti molte note di possesso all'interno dei volumi.

Stato di conservazione
Buono

Ambiente di conservazione
L’ambiente di conservazione non è stabile; il materiale è attualmente sistemato su scaffali a giorno. Lo stato di conservazione è buono ma progressivamente soggetto a umidità. I documenti sono stati ricoverati in buste di plastica trasparenti.

Data ultima modifica
17.10.2018

Fonte compilazione
Fabrizio Guidotti



Torna sù

data management by SistemaLab