Database dei fondi musicali toscani

TORNA ALLA RICERCANUOVA RICERCA

Archivio musicale dell'Orchestra a Plettro Senese

Conservatore
Archivio dell'Orchestra a Plettro Senese Alberto BocciArchivio dell'Orchestra a Plettro Senese Alberto Bocci

Produttore
Orchestra a Plettro Senese Alberto Bocci Orchestra a Plettro Senese Alberto Bocci
Estremi cronologici: 1921-
Cenni biografici: Il 22 novembre 1921 nacque il Circolo Mandolinistico Senese, poi divenuto l'odierna Orchestra a Plettro Senese, fondata da Alberto Bocci e altri soci. Il complesso ha svolto la sua attività concertistica in Italia e all’estero partecipando anche a numerose rassegne ed affermandosi nei primi posti ai concorsi di Hannover, Manheim, Kerkrade e Lucerna. Ha collaborato con l’E.I.A.R. ed inciso per la casa discografica “La voce del padrone”. Esiste un 33 giri con brani di repertorio inciso per la ditta Olmi alla fine degli anni ’60. Si è esibita sotto la direzione di Claudio Abbado, Francesco Molinari Pradelli e Riccardo Muti al Teatro alla Scala di Milano e con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino.  Dal 2000 ad oggi l’Orchestra ha proseguito la sua attività concertistica esplorando anche nuovi generi musicali; ha partecipato alle manifestazioni Umbria Jazz Winter 2000 e Roma Jazz & Image con concerti che sono stati l’occasione di presentare il CD “Millecorde” (1999) E’ dello stesso anno la pubblicazione di Stelle Napulitane (2 CD per la casa discografica Guerrini con la cantante Anna Gloria ed uno solo versione orchestrale).

 

L’Orchestra a Plettro Senese è forse l’unico complesso del genere che dispone di uno strumentario completo corrispondente a quello di una orchestra d’archi ed uno dei pochissimi che abbia svolto la sua attività ininterrottamente dall’anno della sua fondazione. Gli strumenti sono cordofoni esclusivamente a corde pizzicate: con le dita ( arpa, chitarra, chitarrone, liuto), con il plettro (quartino, mandolino, mandola, mandoloncello, mandolone) ed infine a tastiera (clavicembalo).

www.orchestraaplettrosenese.it (ultima visita 12.01.2021)


Anno di acquisizione
Dal 1921

Metodo di acquisizione
Nativo

Nota dell'acquisizione
Materiale raccolto e prodotto dallo stesso Alberto Bocci e poi implementato dall'attività dell'Associazione.

Storia del fondo
Il fondo ospita il materiale trascritto e composto dai maestri fondatori Alberto Bocci e Giovanni Murtula. La quantità di partiture e spartiti conservati si è notevolmente sviluppata grazie all'attività del Circolo Mandolinistico, poi divenuto, con l'ampliamento dell'organico degli strumenti, l'odierna Orchestra a Plettro senese.

Alimentazione del fondo
Aperto

Indicizzazione del fondo
La musica manoscritta e a stampa prodotta dai soci fondatori e dall'Associazione è provvista di un inventario cartaceo indicizzato per autore e per collocazione.

Accessibilità del fondo
Consultabile tramite appuntamento
Contattare l'associazione tramite l'indirizzo mail indicato nel loro sito ufficiale o inviando un messaggio alla loro pagina FB.

Tipologia
Musica manoscritta e a stampa di contenuto molto ampio e vario che supera le 1000 unità; di maggior consistenza le trascrizioni manoscritte di musica operistica e sinfonica per mandolino, principalmente a stampa il materiale per orchestra. Del Bocci sono conservate numerose trascrizioni e diverse composizioni, tra le quali la serenata Vecchia Siena del 1982 o La Ronda Araba del '34.  Il repertorio comprende autori che vanno dal periodo barocco (Vivaldi, Haendel, Albinoni) e classico (Mozart, Beethoven) a quello ottocentesco ed operistico (Verdi, Rossini, Puccini, Dvorak) fino ai compositori del secondo Novecento (Prokofiev, Strawinkij, Prenna, Wolki, Hattori, Takei). Le composizioni possono essere tratte dal repertorio originale per complessi a plettro o trascrizioni di brani dedicati ad altri strumenti.

Sono conservati inoltre cartelloni, foto, dischi, cassette e dvd dei concerti eseguiti dall'Associazione, nonché alcune copie di riviste musicologiche rilegate.

Genere
Strumentale
Vocale operistica/profana
Vocale sacra
Popolare/etnica

Consistenza materiale principale
Manoscritti musicali
Libretti per musica
Musica a stampa moderna (post 1830)


Consistenza materiale secondaria
Documentazione archivistica
Strumenti musicali
Registrazione audio
Registrazione video
Programmi di sala e manifesti


Datazione del materiale
1801-1900
1901-2000

Caratteristiche fisiche
Al momento sono state inventariate 1009 partiture/spartiti, conservati prevalentemente in fascicoli sciolti.

Identificazione
Numerosi timbri e firme dei trascrittori e dell'ente conservatore.

Altri fondi nel fondo
 

 

 

 

Stato di conservazione
Buono

Ambiente di conservazione
Armadio di 6 ante e 4 scaffali (4,00 m. x 3,00 m. ca.).

Eventi di valorizzazione
Celebrazioni per il 90° anno dalla fondazione. Ogni stanza, comprese quelle dell'archivio, degli strumenti e quella dove è conservato un mandolino Ottocentesco, è stata fornita di pannello esplicativo che riassume brevemente la storia di quanto contenuto. Per altri eventi consultare il sito dell'Associazione.

Data ultima modifica
22.12.2020

Fonte compilazione
Sopralluogo del 02/07/2020



Torna su

data management by SistemaLab