Database dei fondi musicali toscani

TORNA ALLA RICERCANUOVA RICERCA

Museo diocesano di Pienza. Libri liturgico-musicali

Conservatore
Museo diocesano di PienzaMuseo diocesano di Pienza

Indirizzo: Corso Il Rossellino n.30
CAP: 53026
Comune: Pienza
Provincia: SI
Regione: TOSCANA
Telefono: 0578 749905
http://palazzoborgia.it/
info.turismo@comune.pienza.si


Produttore
Soggetti produttori diversi non identificabili Soggetti produttori diversi non identificabili


Metodo di acquisizione
Lascito

Storia del fondo
Il Museo diocesano di Pienza nasce dalla primitiva raccolta del Museo della Cattedrale, recentemente integrata grazie all'acquisizione di opere d'arte provenienti da altre chiese del territorio pientino. Il Museo conserva oltre 20 libri liturgici databili tra il XIII e il XVI secolo, e un numero non precisato di libri stampa, per lo più provenienti dalla cattedrale di Pienza.

 

Alimentazione del fondo
Chiuso

Indicizzazione del fondo
I libri liturgici manoscritti sono presenti nel database di Codex (8 unità), e di Iter Liturgicum Italicum (17 unità; ultima visita: 26 apr. 2021).

Accessibilità del fondo
Consultabile tramite appuntamento

Tipologia
Il fonda consta di oltre 20 libri liturgici manoscritti databili tra il XIV e il XVI secolo e di un numero non precisabile di libri a stampa. Dei libri manoscritti, almeno 10 sono di epoca medievale, tra cui un libro duecentesco, proveniente dall'Abbazia di Santa Maria Assunta presso Montefollonico e due graduali (cor. 71 e 72), risalenti al XIV sec. Un importante complesso di volumi è stato commissionato da Papa Pio II per dotare la Cattedrale pientina di un ciclo completo liturgico: gli otto codici riservati all’Antifonario e i sei del Graduale furono probabilmente redatti dal copista Gabriello Mattei, appartenente all’ordine dei Servi di Maria di Siena, come viene testimoniato da documenti d’archivio coevi (1462). I codici sono ora conservati parte nel Museo (dell’Antifonario le unità A.I-VI; del Graduale G.I-II), parte nella Fabbriceria della Cattedrale. Le miniature di questi corali sono state attribuite a scuola miniatoria senese, in particolare a Sano di Pietro e Pellegrino di Mariano, mentre la notazione è sempre riportata su sei tetragrammi a inchiostro rosso per foglio con notazione quadrata. Sono inoltre conservati nel museo alcuni corali privi di segnatura e non datati. I libri esposti sono sfuggiti al furto perpetrato nel 1904 (che ha riguardato solo i codici oggi conservati in Fabbriceria) e si presentano pressoché integri.

Genere
Vocale sacra

Consistenza materiale principale
Libri liturgici musicali: 17
Manoscritti musicali


Datazione del materiale
1301-1400
1401-1500
1501-1600

Caratteristiche fisiche
Legatura antica in pelle rossa su assi di legno, con parti metalliche originali.

Stato di conservazione
Buono

Interventi di restauro
Alcuni codici sono stati recentemente restaurati.

Ambiente di conservazione
I libri medievali sono conservati in teche di vetro presso il museo.

Bibliografia

  • Spogli vaticani / A. Rossi. In Giornale di erudizione artistica, 6 (1877). Pp.129-160.

  • Inventario degli oggetti d'arte della provincia di Siena compilato da F. Brogi (1862-1865) / F. Brogi. Siena, 1897.

  • I corali del Duomo di Siena / Maria Gabriella Ciardi Dupré. Siena : Monte dei Paschi di Siena, 1972.

  •  I libri di coro / Giovanna Damiani e Cecilia Alessi. In L'Osservanza di Siena. La basilica e i suoi codici miniati. Milano : Electa, 1984. Pp. 155-349.

  • Museo diocesano di Pienza / a cura di Laura Martini. Siena : Protagon, 1998. (Musei senesi).

  • Tabulae pictae e altri ornamenti per la Cattedrale di Pienza / Laura Martini. In Pio II e le arti. La riscoperta dell'antico da Federighi a Michelangelo / A. Angelini. Milano : Silvana editoriale, 2005. Pp. 251-279.

  • I corali del duomo di Pienza / Cecilia Martelli. In Bollettino d'arte, 143 (2008). Pp. 27-48.



Data ultima modifica
26.04.2021



Torna su

data management by SistemaLab