Archivi della Categoria: Approfondimenti

Pubblicata la rassegna bibliografica La musica in Toscana sul sito della Biblioteca Pietro Leopoldo. La bibliografia segnala tutte le pubblicazioni a stampa e materiale audio/video di argomento musicale presenti in catalogo ed è dedicata alla musica toscana in tutte le sue forme, dalla musica jazz alle opere in musica, dai canti popolari alle bande musicali. Sono inclusi Leggi di più →

Segnaliamo che è disponibile online LEVIdata, un database unificato istituzionale con funzione di online repository grazie al quale è possibile consultare da remoto le basi di dati (in precedenza accessibili esclusivamente in sede) prodotte dalla Fondazione Levi, che si occupa di ricerche musicologiche ed etnomusicologiche soprattutto in ambito veneto, ma anche italiano ed europeo. LEVIdata è organizzato al momento in quattro sezioni che raggruppano Leggi di più →

Segnaliamo la pubblicazione dell’articolo I fondi musicali in ottica MAB. Tre corsi organizzati da AIB Liguria a cura di Flavio Menardi Noguera sulla rivista specializzata «Vedi anche», il notiziario online e Open access della Sezione Liguria dell’Associazione Italiana Biblioteche. Obiettivo della rivista è documentare le attività associative, informare sul mondo delle biblioteche in Liguria, e proporre alcuni contributi Leggi di più →

Pubblichiamo qui alcune riflessioni sul webinar intitolato Buone pratiche e le metodologie della didattica a distanza per gli insegnamenti musicologici, promosso dalla Società Italiana di Musicologia il 16 maggio 2020. Qui la registrazione: https://youtu.be/SI–7KMzpFI. Se il precedente incontro ha visto alcuni punti di vista non coincidenti riguardo al connubio tra tradizione e innovazione, questo panel ha invece Leggi di più →

Il webinar su I beni musicali durante l’isolamento sociale: prospettive tecnologiche ed educative, promosso dalla Società Italiana di Musicologia l’8 maggio 2020 (il video completo è sul canale YouTube della Società: https://youtu.be/b4TNcaZ2aKE), è iniziato con quello che è un vero e proprio topos di qualsiasi convegno inerente i beni musicali, cioè il dolersi della inefficiente Leggi di più →

Giovedì 16 gennaio 2020, presso la sala Conferenze della Biblioteca delle Oblate, si è svolto il seminario dal titolo I fondi musicali nelle biblioteche e negli archivi dell’area fiorentina: buone pratiche per il riordino e la gestione, organizzato dal Centro di Documentazione musicale della Toscana in collaborazione con lo SDIAF. La mattinata è stata divisa Leggi di più →

Pubblichiamo qui le dispense utilizzate a supporto del corso Novità sulla catalogazione della musica in SBN, tenutosi il 12 e 20 febbraio 2020 a Firenze, presso la Sala Ferri della Biblioteca del Gabinetto G. P. Vieusseux a cura del Centro regionale di Documentazione musicale della Toscana in collaborazione con SDIAF. Si ringrazia il prof. Attilio Rossi Leggi di più →

Chi fu Francesco Zannetti “Francesco Zannetti nacque a Volterra il 27 marzo 1737. Enfant prodige, Zannetti apprese i primi rudimenti musicali grazie al padre Carlo Maria, stagnaio, argentiere e suonatore di contrabbasso, al cortonese Carlo Malvolti, all’epoca primo violino dell’orchestra della cattedrale di Volterra e amico di famiglia, frequentando anche molto verosimilmente le lezioni impartite Leggi di più →

Il lavoro del CeDoMus su Wikipedia continua. I maggiori aggiornamenti di settembre 2018 sono: il nuovo restyling della pagina di Pietro Nardini, aggiornata con numerose nuove informazioni tratte dal monumentale catalogo tematico di Federico Marri e Marie Rouquié (uscito l’anno scorso e già oggetto di presentazione) La manutenzione delle pagine di Paolo Aretino, Francesco Barsanti, Filippo Manfredi, Francesco Leggi di più →

Per secoli, senza internet, senza iPod, YouTube e Spotify, la musica si è diffusa con le esecuzioni dal vivo. Il pensiero sette-ottocentesco, la filosofia morale-speculativa come quella politica, indicavano la musica come l’Arte numero uno, come la più importante delle muse, la più eccezionale espressione intellettuale dell’uomo. L’educazione musicale era d’obbligo per ogni famiglia rispettabile, Leggi di più →