Database dei fondi musicali toscani

TORNA ALLA RICERCANUOVA RICERCA

Fondo Titta Ruffo

Conservatore
SMSBiblio SMSBiblio

Codice ICCU: IT-PI0278
Codice RISM: I-PIcom
Indirizzo: Via San Michele degli Scalzi
CAP: 56124
Comune: Pisa
Provincia: PI
Regione: TOSCANA
Telefono: 0508669200
http://www.comune.pisa.it/it/ufficio/165/SMSBiblio-Biblioteca-Comunale-di-Pisa.html
smsbiblio@comune.pisa.it


Produttore
Ruffo Titta Ruffo Titta
Estremi cronologici: 1877-1953
Cenni biografici: Cantante italiano a cavallo tra Ottocento e Novecento, per anni considerato il baritono per antonomasia. Figlio di fabbri, studiò canto quasi da autodidatta fino a che non iniziò a studiare col baritono Lelio Casini. Debuttò nel 1898 al Teatro Costanzi di Roma nel ruolo di Araldo nel Lohengrin di Wagner. Da lì ebbe inizio la sua grande carriera nei teatri di tutto il mondo, che annovera tra gli altri i ruoli del protagonista del Rigoletto (forse la sua interpretazione di maggiore spessore), Conte di Luna nel Trovatore, Lord Ashton in Lucia di Lammermoor e più tardi Jago nell'Otello e Don Carlo nell'Ernani. Antifascista, dopo l’assassinio di Giacomo Matteotti, suo cognato, decise di non cantare più in Italia esibendosi per l’ultima volta a Cannes nel 1935; si stabilì negli Stati Uniti e, ritornato in Italia, nel 1937 venne arrestato e poi rilasciato con il divieto di lasciare il Paese; scrisse le sue memorie e si ritirò a vita privata a Firenze, fino alla morte.

Vedi anche:

Titta Ruffo.  (SIUSA).  Ultima visita: 27 apr, 2018

 
Note e bibliografia: Titta Ruffo / Giuseppe Meucci. Pisa: Pacini, 2002

Ruffo, Titta. In: Dizionario enciclopedico universale della musica e dei musicisti. Le biografie. Vol. 6. Torino: UTET, ©1988, p. 495

Il firmamento lirico pisano / Gino Dell'Ira. Grafica Zannini, 1983

La mia parabola / Titta Ruffo. Milano: Treves, 1937


Metodo di acquisizione
Dono

Storia del fondo
Una piccola parte della biblioteca e dell'archivio del baritono italiano Ruffo Cafiero Titta, in arte Titta Ruffo, è confluito, tramite vicissitudini ancora da chiarire, alla Biblioteca comunale di Pisa. Parte della ricca collezione dei costumi e di scena del baritono sono invece stati donati dagli eredi al Teatro Verdi, oggi esposti insieme a una decina di suoi spartiti nella sala a lui dedicata, inaugurata nel 1961. Il restante materiale musicale è ancora di proprietà degli eredi. Per il fondo conservato presso il Teatro Verdi se ne veda la scheda in SIUSA (ultima visita: 22 dic. 2016; il link è qui disponibile).
http://siusa.archivi.beniculturali.it/cgi-bin/pagina.pl?TipoPag=comparc&Chiave=10101

Ambito disciplinare
Musica

Alimentazione del fondo
Chiuso

Accessibilità del fondo
Consultabile tramite appuntamento

Tipologia
Il piccolo fondo conservato presso la biblioteca SMS di Pisa è composto da un volume rilegato con musiche a stampa che riportano dediche al baritono. Insieme agli spartiti sono presenti 2 album di ricordi con ritagli di giornali e foto che testimoniano l'attività di Titta Ruffo in tutto il mondo.

Genere
Vocale operistica/profana

Consistenza materiale principale
Musica a stampa moderna (post 1830)

Consistenza materiale secondaria
Documentazione archivistica
Programmi di sala e manifesti

Datazione del materiale
1801-1900
1901-2000

Caratteristiche fisiche
Il fondo si presenta come un volume rilegato di musiche.


Identificazione



Esemplari con dedica
Presenti molti esemplari con dediche a Titta Ruffo, a stampa o manoscritte.

Stato di conservazione
Buono

Ambiente di conservazione
Il fondo è contenuto in armadi chiusi della biblioteca.

Bibliografia
Titta Ruffo. I costumi teatrali / Daniela Liburdi. Pisa: Pacini Editore, 1993.

Data ultima modifica
22.02.2016

Fonte compilazione
Luisa Traina



Torna su

data management by SistemaLab