Database dei fondi musicali toscani

TORNA ALLA RICERCANUOVA RICERCA


Fondo Franco Biagini. Materiale musicale

Conservatore
Archivio diocesano di PesciaArchivio diocesano di Pescia

Indirizzo: via Giuseppe Giusti, 28
CAP: 51017
Comune: Pescia
Provincia: PT
Regione: TOSCANA
Telefono: 0572476021
http://www.beweb.chiesacattolica.it/istituticulturali/istituto/1479/Archivio+diocesano+di+Pescia
beniculturali@diocesidipescia.it


Produttore
Biagini Franco Biagini Franco
Estremi cronologici: 17 gennaio 1926-14 marzo 2017
Cenni biografici: Nato a Stignano il 17 gennaio del 1926 è stato ordinato sacerdote l’8 aprile del 1950 da Antonio Turrini, arcivescovo di Lucca. Nel luglio del 1950 è stato nominato cappellano della prepositura di Altopascio e nel marzo 1954, curato al Duomo di Pescia. L’anno successivo, il 31 ottobre del 1955, è stato nominato parroco del Marginone e canonico di Montecarlo. Nominato direttore dell’Ufficio amministrativo diocesano ed economo diocesano il 1° aprile del 1970, ha ricoperto con grande spirito di servizio questo incarico fino all’ottobre del 2000. Durante questi 30 anni ha ricevuto il titolo di monsignore dal vescovo Romoli il 10 novembre del 1976, oltre ad altri numerosi incarichi diocesani: nel 1985 è stato nominato dal vescovo Bianchi, nel consiglio direttivo dell’Istituto diocesano sostentamento clero. Nel 1996 entra nel consiglio presbiteriale, incarico che gli sarà rinnovato anche tre anni dopo. Il 31 gennaio 2003, dopo aver lasciato la parrocchia del Marginone l’anno precedente, si trasferisce nella basilica minore di S. Maria Assunta a Montecatini Terme, dove svolgerà un prezioso servizio di confessore.




Anno di acquisizione
2000

Metodo di acquisizione
Dono

Nota dell'acquisizione
Il fondo è stato donato agli inizi del XXI secolo.

Storia del fondo
Il canonico Franco Biagini, referente dei Beni culturali della diocesi di Pescia, nel 2000 ha donato all’Archivio Diocesano libri e materiali d’archivio. Tra il materiale da lui donato è presente musica notata, in parte proveniente dalla banda di Altopascio e dalla banda di Colle di Val di Nievole.


Ambito disciplinare
Musica

Alimentazione del fondo
Aperto

Accessibilità del fondo
Consultabile

Tipologia
Il fondo donato da Franco Biagini è composto da 5 faldoni: 1 di musica a stampa in edizioni del primo Novecento e 4 di musica manoscritta, spesso in parti staccate.
I manoscritti sono principalmente trascrizioni per banda di opere o melodrammi (ad es. Fantasia su Andrea Chénier, Gran finale di Aida, I due Foscari di Verdi, Le Villi di Puccini ridotta da Vandini, Ouverture zu Dichter und Bauer di Suppé, Fantasia per fl e pf sulla Norma di Bellini); le edizioni a stampa sono relative soprattutto a musica strumentale o vocale (ad es. Un equivoco, operetta di Alfredo Lotti; Vexilla, Inno a 2 voci e organo di Luigi Fedi, Canta Marì! Con versi di R. Ferraro-Correra e musica di P. F. Fonzo). Di particolare rilievo la presenza della partitura manoscritta del finale del Baldassarre di Teodulo Mabellini.

Genere
Vocale sacra
Bandistica

Consistenza materiale principale
Musica a stampa moderna (post 1830)
Manoscritti musicali

Consistenza materiale secondaria
Documentazione archivistica

Datazione del materiale
1901-2000

Caratteristiche fisiche
Le musiche conservate in partitura si presentano come fascicoli pentagrammati senza rilegatura o soltanto cuciti, privi di coperte rigide. Le partiture insieme alle parti staccate, sono conservate in faldoni aperti con lacci.


Identificazione
Alcuni esemplari riportano la scritta “Proprietà Banda di Altopascio”; un esemplare ha il timbro “Direzione della Banda musicale di Colle (di Valdinievole)".


Esemplari con dedica
Alcuni esemplari riportano delle dediche. Ad esempio nel Vexilla di Luigi fedi si legge: “Al Santuario di S. Maria Maddalena devoto omaggio. Luigi Fedi 9.4.1941”


Stato di conservazione
Buono

Data ultima modifica
27.03.2018

Fonte compilazione
Stefania Gitto



Torna sù

data management by SistemaLab