Database dei fondi musicali toscani

TORNA ALLA RICERCANUOVA RICERCA

Fondo Miriam Donadoni Omodeo

Conservatore
Biblioteca dell'Istituto superiore di studi musicali Rinaldo FranciBiblioteca dell'Istituto superiore di studi musicali Rinaldo Franci

Codice ICCU: IT-SI0163
Indirizzo: Prato Sant'Agostino, 2
CAP: 53100
Comune: Siena
Provincia: SI
Regione: TOSCANA
Telefono: 0577288904
http://www.istitutofranci.com/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=74&Itemid=277&lang=it



Produttore
Donadoni Omodeo Miriam Donadoni Omodeo Miriam
Estremi cronologici: 25 luglio 1916-22 aprile 2003
Cenni biografici: Miriam Donadoni Omodeo, pianista e musicologa, è nata a Palermo e morta a Siena. È stata allieva di Luisa Cognetti, a sua volta allieva di Liszt. Ha poi studiato con grandi maestri come Cortot, Friedmann, Casella, Donhany, Weingartner, svolgendo una brillante carriera concertistica e dedicandosi anche a studi musicologici. Personalità originale, dotata di una grande e appassionata musicalità fusa con una viva intelligenza, piena di affettuosa ironia e di forte presenza umana, si è impegnata a fondo nel riproporre le musiche meno scolastiche ed estrose, poco note, di Muzio Clementi, e soprattutto a riportare alla luce la figura e la musica di Giannotto Bastianelli, compositore e critico musicale fiorentino dei primi del secolo, la cui influenza è stata tanto intensa quanto misconosciuta e dimenticata. Figlia di Eugenio Donadoni, importante critico letterario noto soprattutto per il suo Tasso, ha conosciuto e frequentato personaggi di spicco del mondo artistico e intellettuale.


Anno di acquisizione
2004

Metodo di acquisizione
Dono

Storia del fondo
Dopo la morte della pianista e musicologa Miriam Donadoni Omodeo la sua biblioteca, contenente monografie, periodici e musiche a stampa, è stata donata all’Istituto Musicale “R. Franci” di Siena, presso cui era stata docente. In biblioteca sono presenti anche altri fondi (De Fabriziis, Cini, Baglioni), oltre al materiale musicale generico, per i quali si possono consultare le apposite schede.


Ambito disciplinare
Musica

Alimentazione del fondo
Chiuso

Indicizzazione del fondo
L’inventario completo del fondo Donadoni Omodeo è stato compilato da Silvia Gabrielli e Agostino Longo seguendo l’ordine dato dalla studiosa; è consultabile nel database interno della biblioteca e disponibile on line in ordine di autore (ultima visita: 2 lug. 2017; il link è qui disponibile; il pdf relativo è qui allegato).

http://www.istitutofranci.com/images/BIBLIOTECA/fondo%20omodeo.pdf

Accessibilità del fondo
Consultabile

Tipologia
La biblioteca musicale di Miriam Donadoni Omodeo contiene oltre mille titoli tra testi di cultura musicale (190), un centinaio di periodici specializzati, alcune decine di programmi di sala e 950 titoli di musica a stampa.
Per quanto riguarda le monografie, esse riguardano approfondimenti su autori (tra i quali Goffredo Petrassi, Giorgio Favaretto, Giuseppe Bonamici, la sua ricerca su Alfredo Casella) o periodi storici specifici, sulla musica pianistica, l’organo e il clavicembalo, su aspetti della notazione dal periodo gregoriano al ‘900, storie della musica e trattati di armonia e contrappunto.
Così come le monografie, anche i titoli musicali rispecchiano la prospettiva ad ampio raggio di Miriam Donadoni Omodeo: in edizioni moderne, generalmente in partiture e parti, si trovano opere dei grandi compositori della musica classica (Beethoven, Brahms, Schubert, etc) e, organizzato secondo interessanti percorsi tematici. Abbiamo infatti la musica popolare italiana, la musica pianistica ungherese e russa (Moszkowski, Pischna), o proveniente dall’est europeo (ad esempio alcuni brani di compositori rumeni dell’edizione Muzical?, sia per pianoforte solo che di musica da camera, come Triplu Concert di Constantinescu, Muzica de concert pentru pian, percutie si alamuri di A Stroe, Sonata pentru violina si pian di S. Zozor), ma anche la sezione “contemporanea” con musiche di Lupi, Dallapiccola, Malipiero, Petrassi, De Angelis, e le raccolte di musica da camera con pianoforte, o la letteratura per organo e cembalo. Accanto ai grandi nomi universalmente conosciuti, figurano compositori meno noti, alcuni suoi allievi (Del Corona, Faneschi), che hanno dato il loro contributo nella storia della musica degli ultimi trenta anni e le cui musiche, come molte altre raccolte da Miriam Donadoni, sono oggi rare e di non facile consultazione.

Genere
Strumentale
Vocale operistica/profana
Vocale sacra

Consistenza materiale principale
Musica a stampa moderna (post 1830)
Monografie a soggetto musicale

Consistenza materiale secondaria
Programmi di sala e manifesti
Periodici

Datazione del materiale
1901-2000

Caratteristiche fisiche
Le musiche sono generalmente spartiti o partiture; spesso nei brani di musica da camera sono presenti anche le parti.

Identificazione
Le musiche e i libri del fondo riportano la segnatura “F. OMODEO” e il timbro “Dono Donadoni Omodeo”.

Esemplari con dedica
Vi sono alcuni esemplari con dedica.

Stato di conservazione
Buono

Ambiente di conservazione
Le monografie sono conservate nella sala lettura della biblioteca dell’Istituto, le musiche in uno stanzino adiacente, in armadi di legno.

Data ultima modifica
27.03.2018



Torna su

data management by SistemaLab